SICO-TECH elettromedicali

Produzione e vendita diretta di apparecchi elettromedicali per uso domiciliare e ambulatoriale.

  Allergie  

allergie respiratorie  

Allergie Immediate e Allergie Ritardate:
terapia con lo Ionizzatore d'aria

La difesa dell'organismo dall'aggressione di sostanze estranee dette antigeni è assicurata dal "Sistema Immunitario" che produce anticorpi specifici che intercettano e neutralizzano tutti gli antigeni che potrebbero rappresentare un pericolo per la salute.
Un'alterata risposta del sistema immunitario, che si attiva scambiando una sostanza innocua per un pericoloso aggressore, determina la cosiddetta "Reazione Allergica".

Le manifestazioni allergiche (allergie) sono quindi un errore del sistema immunitario, che reagisce in modo anomalo producendo anticorpi detti "ige" che interagiscono con sostanze dette "allergeni".
Gli allergeni più comuni sono: il polline di alcune piante, gli acari, gli epiteli di alcuni animali e le muffe.

Non è il primo contatto quello responsabile dello scatenamento di una reazione allergica ma il secondo, quando l'organismo ha già prodotto gli anticorpi specifici "ige" (Immunoglobuline "E") per quel determinato allergene.
Le manifestazioni allergiche, in relazione al tempo di risposta del sistema immunitario, si possono suddividere in allergie immediate e allergie ritardate.


Allergie immediate:

Le Allergie immediate sono dovute all'azione degli anticorpi "Ige" che attaccando l'allergene, liberano nell'organismo delle sostanze quali: l'Istamina, l'Eparina, etc. che sono responsabili della maggior parte dei sintomi allergici.
Nel giro di pochi minuti si hanno a carico della sede corporea colpita, delle reazioni che possono avere diversa gravità fino allo shock anafilattico che mette a rischio addirittura la vita stessa della persona.
Fanno parte delle allergie immediate la Rinite, l'Orticaria, la Dermatite Atopica, l'Asma Bronchiale, il Raffreddore da fieno, la Congiuntivite, etc.


Allergie ritardate:

Le Allergie ritardate non sono innescate da anticorpi "ige", ma da linfociti T che a contatto con l'allergene, in un tempo variabile di circa 48/72 ore, attivano delle cellule che producono enzimi litici che provocano danni tessutali.
Fanno parte delle allergie ritardate le reazioni allergiche come le Dermatiti da contatto, l'intolleranza a Spore, Parassiti, Acari, Pollini, etc.


Principali Allergeni

»»»  pollini

     graminacee
graminacee

Tra gli allergeni più comuni troviamo i Pollini, responsabili nella maggior parte dei casi di allergia.
Sono costituiti da granellini invisibili a occhio nudo prodotti da piante e trasportati dal vento.
I pollini che causano allergie, in gran parte provengono da piante Graminacee quali: Dactylis, Poa, Holcus, Lolium, che rappresentano le specie maggiormente allergeniche e molto diffuse in quanto si trovano nei prati, ai margini delle strade, nelle scarpate, nei pascoli e sono presenti ovunque perché si adattano a diverse condizioni climatiche.

parietaria
 parietaria

Altre piante produttrici di pollini allergenici sono le Parietarie che crescono per lo più tra le crepe dei vecchi muri in luoghi riparati, ombrosi e freschi e si possono trovare sia in luoghi pianeggianti che in collina.
La durata della stagione pollinica delle Parietarie varia con il clima. In Italia il picco di pollinazione si ha a Maggio e Giugno. Tra le Oleacee, l'Olivo è la specie maggiormente responsabile di allergia a causa dell'abbondante produzione pollinica e di allergeni molto aggressivi.

nocciolo
   nocciolo

Anche il Nocciolo è una pianta responsabile delle allergie. Il nocciolo è presente in tutta Italia e si può incontrare in pianura, collina e in montagna e si adatta facilmente a qualunque tipo di terreno.
Le manifestazioni cliniche della pollinosi si riscontrano anche ad elevata distanza dal luogo dove è presente la coltivazione del nocciolo.
La pollinosi inizia in Gennaio-Febbraio e si protrae per circa due mesi, e non sempre è facile individuare il momento in cui terminano i sintomi relativi al nocciolo, in quanto spesso è presente una reattività con altri pollini come quelli prodotti dalla Betulla o dall'Ontano.


»»»  acari

acaro
acaro
ingrandito
300 volte

Gli Acari appartengono alla classe degli aracnidi.
Le specie sono numerosissime, ma quelle che determinano le patologie a carico dell'apparato respiratorio sono circa quaranta.
Le specie più allergizzanti sono quelle che vivono nelle nostre abitazioni perché trovano il loro habitat ideale nella polvere dell'ambiente e nei materassi, cuscini, tappeti, etc. in quanto il loro cibo primario è in prevalenza costituito da forfora umana e da residui alimentari. Al loro sviluppo contribuiscono le condizioni ambientali di caldo-umido. Le particelle allergizzanti si trovano sul loro corpo e nei loro escrementi, che liberati nell'aria, possono essere facilmente inalati.
Le malattie causate dagli acari sono le Riniti Allergiche, le Dermatiti Atopiche e l'Asma Bronchiale.


»»»  muffe

alternaria
alternaria

Le Muffe sono micro-organismi presenti sia all'esterno che all'interno delle abitazioni.
All'esterno possono trovarsi sul suolo o su materiale in decomposizione come legno, foglie, frutta, etc; all'interno su pareti umide, sulla carta da parati, su alimenti non conservati in modo corretto, etc.
Sono causa di fenomeni allergici in quanto, soprattutto in estate e in autunno, producono delle Spore simili ai Pollini che possono essere facilmente inalate.
In Italia la muffa maggiormente responsabile delle allergie respiratorie è l'Alternaria che genera gravi crisi asmatiche in estate e in autunno.


»»»  epiteli

epiteli
 epiteli

Anche gli Epiteli Animali sono causa di allergie respiratorie.
Spesso i peli di animali come il gatto e il cane possono veicolare sostanze allergeniche.
Il più responsabile è il gatto domestico che vive un contatto continuo con gli abitanti di casa.
A volte possono causare allergia anche i conigli e i criceti.


Allergie: Diagnosi, Cura e Terapia con lo Ionizzatore

Per effettuare una Diagnosi ci si avvale di sostanze allergodiagnostiche, cioè di preparati contenenti vari allergeni per individuare, attraverso la reazione cutanea da essi provocata, l'allergene che ha indotto la sensibilizzazione.

La Cura consiste nell'allontanamento dell'allergene quando sia stato identificato, nella desensibilizzazione specifica iniettando dosi scalari di allergene, nell'uso di antistaminici.
È inoltre fondamentale eliminare dall'ambiente in cui si vive tutti quei fattori che possono causare allergie respiratorie.

Ideale per combattere le allergie respiratorie come Terapia permanente è lo Ionizzatore d'aria, apparecchio in grado di immettere nell'ambiente grandi quantità di ioni negativi di ossigeno (anioni) che neutralizzano tutti gli agenti inquinanti presenti nell'aria come pollini, spore, acari, polveri, virus, fumi, etc.
Nell'ambito di una terapia efficace, è consigliabile installare lo Ionizzatore d'aria durante la giornata negli ambienti dove si trascorre la maggior parte del tempo e in camera da letto durante la notte.


Made in Italy
Tutti gli apparecchi sono prodotti in Italia nel rispetto delle normative europee CE sulla sicurezza:
CEE 89/336 - 73/23 - 93/42.
UP